martedì 10 dicembre 2019

L'Uno di Monticelli con Daniele e Graziano

Lo scandire del tempo verso la fine dell'anno è inesorabile cosi come le occasioni di cucirsi addosso un pettorale divengono sempre più esigue e dei nostri atleti sono rimasti in pochi quelli che sono ancora pronti ad affrontare sfide cronometriche.
E cosi all'Uno di Monticelli, trail in notturna di 27.5 km e 1200 m+ tra le alture della Franciacorta, corso la sera di sabato scorso, si sono presentati in due, Daniele Scalvini e Graziano Schivalocchi. Il primo, non ancora sazio da una lunghissima stagione podistica, conclude la sua prova con un ottimo tempo, mentre il secondo è costretto al ritiro.
Dei nostri due atleti abbiamo trovato una foto che testimonia pienamente la fatica della loro prova

Per la cronaca la vittoria è andata Filippo Bianchi e Cinzia Bertasa

martedì 5 novembre 2019

Ultima ma non ultima

Il Grand Prix di Corsa in Montagna è arrivato al suo epilogo con la Maratonina delle Frazioni di Manerba del Garda e ora classifiche alla mano possiamo ancora una volta essere orgogliosi dei nostri atleti per la loro partecipazione e per i risultati ottenuti.

Nell'ultima tappa del circuito ad avere la meglio è stato Iacopo Brasi sul forte triatleta Marco Tosi e Michele Bertoletti, tra le donne a primeggiare è stata Silvia Radaelli che ha battuto Nives Carobbio e Monica Vagni, e i nostri? Una dozzina gli atleti che hanno portato i nostri colori sulle sponde benacensi e che si sono tutti distinti nelle proprie categorie, citazione meritevole per la quota rosa con Sabrina Lombardi e Marta Pelizzari. 

E ora veniamo agli allori, nella classifica finale del circuito diviso per categorie di appartenenza ritroviamo Daniele Scalvini bronzo Senior, Daniele Bordiga anche lui sul terzo gradino del podio tra i Senior Master 35 seguito da Cristian Scinica, il campione del mondo Marco Maini vince decisamente la propria classifica Senior Master 45 dove è presente anche Giorgio Zanetti. 

Nella classifica di società sesto posto per la Ssd Bagolino, posizione dalla quale ripartire per scalare il prossimo anno anche questa graduatoria.
Per le classifiche clicca qui

Questa era l'ultima del circuito del Grand Prix ma la stagione, nonostante si inizi ad usare pantaloni e maglie lunghe, non è finita, sono ancora tanti i chilometri che percorreranno le nostre frecce verde nere 




lunedì 28 ottobre 2019

Viridi nigrum: memento audere semper

Facciamo un po' nostro il motto dannunziano perché cosi non poteva che essere così per la domenica appena trascorsa correndo sugli amati luoghi del vate di stanza a Gardone Riviera.
A correre sui 21 chilometri che si snodavano lungo le pendici che degradano sul lago di carta si sono confrontati quasi 140 podisti, ad anticipare tutti il campione nostrano Alessandro Rambaldini che lascia alle spalle il pistard Marco Losio e Marco Zanoni. Tra le donne a primeggiare Nives Carobbio su Aleksova Dayana Nikolaeva e Laura Coloru.

Di osare sempre si sono ricordati ben otto atleti verde neri, Sergio Zanetti, Graziano Schivalocchi, Tiziano Melzani, Ivo Melzani che stavolta ha corso in compagnia, Daniele Scalvini, Diego Schivalocchi ed infine Marco Zanetti e Fabio Dionisi reduci dalla Marcia del Cai del giorno precedente dove hanno conquistato in coppia un glorioso terzo posto.





giovedì 17 ottobre 2019

Sabrina in una giornata da record

Edizione storica per la cronoscalata di Sant'Emiliano che quest'anno registra un nuovo record. Da 34 anni perdurava quello siglato siglato dall'azzurro di corsa in montagna Faustino Bonzi che percorse i 5.5 km e 850 m+ in 33.35, per abbatterlo è arrivato un'altro campione, anche lui si veste da anni di azzurro e risponde al nome di Francesco Puppi, che in 32.42 vince la competizione valtriumplina. Mostruosi i distacchi sugli avversari ma quando arriva un extraterrestre è normale sia cosi, nella gara femminile è Angela Serena a cogliere la vittoria, un po' di Bagolino c'è in entrambi i podi di giornata, Filippo Bianchi e Marisa Pezzarossi entrambi terzi nelle rispettive classifiche di genere.

A colorare di verde nero la classifica c'era la nostra Sabrina Lombardi che conclude la prova in ottava posizione dando prova di grinta e caparbietà.

Per la classifica clicca qui

lunedì 7 ottobre 2019

Andersen Trail con Luca Fusi

Correre un trail in Liguria è un'esperienza fantastica, questa regione è l'esempio di uno dei migliori connubi che ci siano tra mare e montagna. 
A correre tra i sentieri del levante ligure è stato Luca Fusi, che partecipando all'Andersen Trail di 21 km e 1250 m+, ha voluto assaggiare il sapore del vento salmastro che spira sulle alture di Sestri Levante. Per la cronaca la vittoria nella generale è andata a Francesco Strizoli, mentre tra le donne a primeggiare è stata Elisa Veleskini.
Per la classifica clicca qui

Tra le tante gare in calendario consiglio a tutti di farne almeno una in Liguria che è ricca di competizioni trail, da piccole esperienze personali suggerisco il Marina Trail, la Maremontana (più montagna che mare) e sopratutto lo Sciacchetrail a dir poco meraviglioso sopratutto nella seconda parte dove si attraversano a fil di mare le Cinque Terre.

martedì 1 ottobre 2019

Maini campione del mondo

Marco Maini sul tetto del mondo, i colori verde nero di Bagolino brillano di sfumature dorate grazie alla medaglia d'oro del nuovo campione del mondo di corsa in montagna. 

Marco sale sul primo gradino del podio nella categoria M45 del mondiale di corsa in montagna che si è disputato nel Salento. 

Per la precisione è un doppio oro in quanto nella classifica a squadre l'Italia si classifica prima nella categoria M45 con Marco, Giuseppe Antonini e Fabio Da Soller!

Un orgoglio per la nostra società avere un atleta di tale livello che quest'anno ci ha regalato titoli e vittorie di assoluto prestigio

Per le classifiche clicca qui


lunedì 23 settembre 2019

Settimana da Giganti

Quella trascorsa da dieci anni a questa parte è per il mondo del trailrunning la settimana dei giganti, si è corsa la decima edizione del Tor des Geants, un vero e proprio viaggio attraverso le alpi valdostane.
Tre le misure sulle quali corrono più o meno veloci i piedi dei partecipanti, il classico Tor che ha non ha visto la partecipazione di atleti verdeneri ma quasi!? Gigi Piralla forte atleta piemontese e buon amico della nostra comunità ha corso ancora una volta da protagonista concludendo in 111 posizione, classifica forse non consona alle sue capacità ma la bronchite che lo ha accompagnato fin dall'inizio ha limitato la sua prestazione, ad assisterlo sul percorso Claudio Lombardi che si è confermato un ottimo "secondo".
Ai nastri di partenza del Tor 130 Dino Melzani che purtroppo ha dovuto gettare la spugna dopo circa dieci ore di gara, sarà per la prossima!
Sulla distanza più corta del Tor 30 invece erano in tre, Cristian Fusi, Fabio Dionisi e Veronica Melzani che già aveva gustato le fatiche del Tor de Geants (percorso da 340 km) in due precedenti occasioni.
Per la classifica clicca qui

Più vicino a noi si sono corse invece il Dosso di Ce Trail dove ha partecipato Mauro Buccio che ha percorso brillantamene arrivando in sesta posizione i 16 km di questo spettacolare sulle montagna valsabbine, in gara anche Graziano Schivalocchi che controlla a distanza il compagno di squadra.
Per la classifica clicca qui


A Toscolano Maderno ancora in uno scorcio d'estate si è disputato il trail En Mes ai Ulif, qui a correre per i nostro colori Ivo Melzani
Per la classifica clicca qui

Infine Sabrina Lombardi e Marco Maini hanno disputato la Vendena Vertical Run in Val Trompia e Marco come al solito è andato a podio, questa volta per lui un terzo posto.
Per la classifica clicca qui